INVALSI - OCSE-PISA 2006


·vai al contenuto della pagina·· salta la prima barra di navigazione··salta alla barra di navigazione a fondo pagina·· Prima barra di navigazione·

I contenuti del sito

Studio principale


Lo studio principale è stato realizzato tra il 22 marzo e il 29 aprile 2006.

Campione

Il campionamento in PISA avviene in due stadi: nel primo vengono estratte le scuole (unità primarie), nel secondo sono estratti casualmente gli studenti (unità secondarie), all'interno delle scuole. L'estrazione dei campioni di studenti all'interno delle scuole è effettuato dal Centro nazionale PISA, con l'ausilio di un software fornito dal Consorzio internazionale. In ogni scuola viene estratto un campione di 35 studenti, tra tutti gli studenti quindicenni iscritti alla scuola, indipendentemente dalla classe da essi frequentata..
Per la costruzione del campione sono state utilizzate due variabili di stratificazione esplicita: la macroarea geografica (Nord-Est, Nord-Ovest, Centro, Sud, Sud e isole) e la tipologia di scuola (licei, istituti tecnici, istituti professionali, scuole medie inferiori e scuole professionali per alcune regioni). La classificazione in statale/non statale e l'ampiezza delle scuole (numerosità degli studenti) costituiscono le variabili di stratificazione implicita.

Come è già avvenuto per PISA 2003, anche in PISA 2006 alcune regioni e province autonome hanno deciso di partecipare alla rilevazione con campioni regionali e provinciali. Le procedure seguite per il campionamento relativo a queste regioni e province sono state analoghe a quelle seguite per la costruzione del campione nazionale. La responsabilità del campionamento sia delle scuole sia degli studenti è del Consorzio internazionale e del Centro nazionale PISA.

Distribuzione del campione per area geografica e per tipologia di scuola

Macroarea Licei Istituti
Tecnici
Istituti
Professionali
Scuole
Medie
Scuole
Professionali
Totale
Basilicata 18 18 13 1 7 57
Bolzano 27 20 11 6 19 83
Campania 22 14 13 4   53
Centro 12 8 6 1   27
Emilia Romagna 19 18 15     52
Friuli Venezia Giulia 27 18 15 1   61
Liguria 22 14 11 4 22 73
Lombardia 17 18 12 2 5 54
Piemonte 19 17 11 3   50
Puglia 20 16 13 3   52
Resto del Nord Ovest 2 2 1     5
Resto del Sud 2 2 2     6
Resto delle Isole 2 2 3 1   8
Sardegna 21 18 10 6   55
Sicilia 21 14 13 7   55
Trento 16 16 7   22 61
Veneto 17 17 12 2 6 54
Totale 284 232 168 41 81 806

Organizzazione e svolgimento della somministrazione

La somministrazione è stata condotta in un'unica mattinata. Il tempo richiesto per svolgere la somministrazione delle prove è stato di due ore.
I Dirigenti delle scuole hanno nominato un insegnante referente con il ruolo di collegamento fra la scuola e il Centro nazionale PISA, con la responsabilità di organizzare ed effettuare la somministrazione. Sulla base dei criteri stabiliti dal Consorzio internazionale, l'insegnante referente non doveva essere l'insegnante di matematica, di italiano o di una materia scientifica (a prescindere dal nome della disciplina) di nessuno studente che partecipava alla rilevazione. Gli insegnanti referenti hanno partecipato ad un seminario di formazione condotto dal Centro nazionale PISA. Complessivamente sono stati realizzati 29 incontri, distribuiti sul territorio nazionale.
Oltre alla sessione principale di somministrazione, era prevista una sessione di recupero, solo nel caso in cui il numero degli studenti assenti fosse superiore al 15% del totale degli studenti.
Sono stati raccolti 21908 fascicoli, 21898 questionari studente e 19128 questionari genitori.

Controllo di qualità

Il giorno della somministrazione, alcune scuole scelte in modo casuale (circa il 10%) sono state visitate da Osservatori per il Controllo di Qualità, inviati dal Consorzio internazionale. Questa procedura viene adottata per verificare che le somministrazioni si svolgano secondo gli standard internazionali.

Codifica delle prove aperte

Le risposte alle domande aperte hanno richiesto una attività di codifica che è stata svolta subito dopo l'arrivo di tutti i materiali dalle scuole. La codifica ha riguardato le domande a risposta aperta univoca, a risposta breve e a risposta aperta articolata. Le risposte che gli studenti hanno dato a questi ultimi due tipi di quesiti sono state analizzate da esperti disciplinari appositamente formati. Per assicurare l'uniformità delle correzioni è stato utilizzato un manuale di riferimento, contenente i criteri per interpretare le risposte fornite dagli studenti. Per una parte dei fascicoli e delle domande è stata effettuata la correzione multipla con lo scopo di controllare l'affidabilità delle codifiche effettuate.

Codifica ISCO

Per le domande relative alle professioni dei genitori contenute nel questionario studenti e nel questionario genitori si è proceduto alla codifica delle risposte sulla base dell'International Standard Classification of Occupation (ISCO-88).

Risultati

Una volta terminate le operazioni di immissione, i dati sono stati inviati al Consorzio internazionale per la loro analisi. La pubblicazione del rapporto internazionale è prevista per la fine del 2007. Successivamente sarà pubblicato il rapporto nazionale.


fondo pagina

[ Guida Access Key OCSE-PISA 2006 ] [ XHTML 1.0 ] [ CSS 2.0! ] [ Accessibilità e Privacy ] ··


Se leggete questo messaggio probabilmente non state usando un browser standard. Qualora decideste di usare un browser standard vi consigliamo di rivolgervi al sito del Web Standard Project dove verranno illustrati i browser standard gratuiti disponibili per ogni piattaforma.

Valid XHTML 1.0 Strict · Valid CSS! · Logo di conformità livello A


[ Pagina creata in 0.001 secondi. ]
[· Pagina scaricata in 0.007 secondi. ]